Universe

Acquedotti di Nazca: costruzione pre-Inca in Perù

Queste strutture furono costruite dalla civiltà pre-Inca circa 1.600 anni fa per recuperare l’acqua dalle falde acquifere sotterranee.

Architecture_Aqueducts-of Nazca_map of the Peru area
Mappa di localizzazione della zona 

Arquitectura_Aqueductos-de Nazca_vista camino
Immagine di un camino elicoidale

Un sistema idraulico costruito per recuperare l’acqua dalle falde acquifere sotterranee, questa vasta rete di canali sotterranei e serbatoi in pietra, a spirale ea gradini, costruita dai Nazca  in Perù

Architecture_Aqueducts-of Nazca_aerial view

Veduta aerea di uno degli acquedotti

Circa 1600 anni fa, in epoca precolombiana, il popolo di Nazca sviluppò un sistema di acquedotti sotterranei per rifornire le parti aride della valle prive di acqua. La cultura Nazca è stata in grado di combattere la siccità prolungata che ha colpito la valle.

Architettura_Acquedotti di Nazca_Schema operativo
Schema della sezione dell’acquedotto

Questi acquedotti conducono le filtrazioni dei fiumi Aija, Tierra Blancas e Nazca attraverso alcune sezioni scoperte chiamate galleria zanjón e attraverso altre sotterranee chiamate gallerie tunnel.

Arquitectura_Aqueductos-de Nazca_vista area superficiale

I canali superficiali hanno una larghezza media di 1 me la lunghezza degli acquedotti varia tra 400 e 1000 m. Queste sezioni sono state rivestite con ciottoli, posate senza legante, ma in un modo che ha resistito anche ai terremoti. Le portate che attraversano queste gallerie vanno da 13 a 50 lt / s.

Architettura_Acquedotti-di Nazca_vista-galleria interna
Visualizzazione galleria

Serbatoio o conchiglia Arquitectura_Aqueductos-de Nazca_vista
Vista del serbatoio o del guscio

Le acque che circolavano attraverso queste gallerie venivano depositate in bacini o laghi e da lì venivano distribuite ai campi coltivati.

Arquitectura_Aqueductos-de Nazca_vista dall'alto camino elicoidale
Vista del camino elicoidale

Architecture_Aqueducts-of Nazca_detail pebble
Vista in dettaglio di ciottoli

Nei tratti coperti si costruivano camini a sezione elicoidale ogni tratto di circa 50, 100 e 120 m, servivano per eseguire la manutenzione delle trincee e caricare l’acquedotto con pressione atmosferica e mantenere il regime di flusso uniforme, lo stesso che non causa erosione o sedimentazione nel canale.

Architecture_Aqueducts-of Nazca_aqueduct vista generale

Per quanto riguarda le dimensioni: la parte interrata ha una larghezza media della base di 80 cm e una lunghezza media di circa 49 me per il rivestimento sono state utilizzate lastre di pietra finemente posizionate e doghe di Huarango . La costruzione di queste sezioni coperte suggerisce che conoscevano le tecniche di topografia sotterranea. I canali superficiali hanno una larghezza media di 1 me la lunghezza degli acquedotti varia tra 400 e 1000 m.

Architecture_Aqueducts Nazca _Perù_ vista aerea 2

Secondo Ronald Ancajima Ojeda , direttore esecutivo della gestione sostenibile dell’acqua (GSAGUA), gli antichi abitanti della valle di Nazca sono riusciti a dominare altezze, pendii e gravità, lasciando che l’acqua scorra dolcemente attraverso i loro campi coltivati.

Architecture_Aqueducts Nazca _Perù

Questo sistema idrico è unico in Perù e forse al mondo. Nonostante il passare degli anni ed i frequenti terremoti nella zona, sono ancora presenti più di 30 canali sotterranei, attualmente utilizzati dai contadini della valle.

Immagini di Diego Delso , Archeologia del Perù , Ronald Ancajima Ojeda

Universe

5 1 vote
Article Rating
Subscribe
Notificami
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
0
Would love your thoughts, please comment.x
()
x